I clienti ci amano

  • uuid 74e1a1a5 6f40 4028 a6a6 852a295ec504 | Fuga di dati Sony
    Migliaia di clienti si fidano di noi
  • uuid 0e2bb2d2 15e1 4782 aac7 89df887ba2c3 | Fuga di dati Sony
    Nessuna commissione anticipata
  • uuid 53eb1ec5 b283 4f79 98a2 fb5815c90cd3 | Fuga di dati Sony
    ≈ Tasso di successo dell'85%
  • uuid 84ea24a3 acf6 4503 9ece 393ddb536ba0 | Fuga di dati Sony
    Siamo internazionali

Introduzione

Nel corso degli anni, il gigante tecnologico Sony è diventato oggetto di incidenti di hacking e protagonista di violazioni della privacy che hanno scosso le cronache mondiali. Dal cyber hackeraggio della rete Playstation del 2011, all’attacco informatico del 2014, fino alla presunta vendita delle informazioni dei suoi utenti di Crunchyroll, la violazione della privacy da parte di Sony è una corsa sulle montagne russe di hacking e accordi. L’azienda potrebbe sembrare una vittima di questi attacchi informatici, ma in realtà sono gli utenti e i loro dati a soffrire di più.

Principali elementi da prendere in considerazione

  • Sony è stata oggetto di due gravi violazioni di dati: l’incidente della Playstation del 2011 e l’hacking informatico di Sony Pictures Entertainment del 2014.
  • Nel 2023, Sony avrebbe venduto i dati e le informazioni di visualizzazione degli utenti di Crunchyroll a terze parti come Facebook, Google, ecc.
  • L’attacco informatico del 2014 è stato considerato dai funzionari della Casa Bianca una questione di sicurezza nazionale, per il coinvolgimento della Corea del Nord.
  • Sia che siate stati colpiti o che stiate solo esplorando le opzioni, potete verificare la vostra idoneità al risarcimento.

Spiegazione della violazione dei dati di Sony

Cosa è successo?

Nel 2011, Sony Computer Entertainment America LLC ha subito la sua prima violazione dei dati. I dati e le informazioni di identificazione personale degli utenti Playstation sono stati compromessi quando un gruppo di hacker si è introdotto nella rete utilizzata da Sony per i suoi servizi Playstation. Circa 77 milioni di account sono stati colpiti nell’arco di 3 giorni, dal 17 al 19 aprile dello stesso anno, costringendo Sony a bloccare i server Playstation per 23 giorni.

Inizialmente gli utenti non avevano idea che si stesse verificando una grave violazione della privacy da parte di Sony. Il 19 aprile 2011, il team di rete di Sony ha notato attività non autorizzate, come riavvii di sistema non programmati, che hanno indotto a fare una revisione dei registri. Il giorno successivo, il team ha scoperto che alcuni dati erano stati trasferiti dai loro server senza autorizzazione e ha informato gli utenti attraverso il blog Playstation che la rete era in fase di manutenzione.

La seconda grande fuga di dati di Sony è avvenuta nel 2014 e ha portato a un accordo da 8 milioni di dollari . Un gruppo di hacker che si faceva chiamare “Guardiani della pace” è riuscito a penetrare nel sistema dei dipendenti di Sony Pictures Entertainment, rubando le informazioni di identificazione personale di oltre 6.000 ex e attuali dipendenti. L’hacking è stato scoperto dagli stessi dipendenti quando i loro schermi hanno mostrato il messaggio dell’hacker un lunedì mattina. I numeri di previdenza sociale, i nomi, gli indirizzi, le informazioni mediche e gli stipendi di questi dipendenti sono stati pubblicati su Internet.

Nel caso della violazione dei dati di Sony del 2023, Sony Pictures e il sito di video-streaming Crunchyroll avrebbero condiviso senza consenso le informazioni dei propri utenti con aziende come Google, Facebook, Adobe, ecc. Non sono state condivise solo le informazioni di identificazione personale, ma anche i titoli dei video che gli utenti guardano, compresi i loro ID Facebook, in violazione del Video Privacy Protection Act.

Questa particolare pratica è stata scoperta dai denuncianti attraverso le loro indagini sui codici di sessione di comunicazione singola HTTP inviati da un dispositivo a Facebook, mentre il dispositivo stava visualizzando un video sul sito di Crunchyroll.

Timeline

2023 Incidente di Crunchyroll

  • 2023 Dicembre 12 – Termine ultimo per l’invio del modulo di richiesta di risarcimento da parte degli aventi diritto.
  • 2023 settembre 14 – Crunchyroll e i querelanti raggiungono un accordo transattivo.
  • 2023 aprile 19 – Inizia la mediazione.
  • 2022 8 settembre – Viene intentata una causa contro la società madre di Crunchyroll, Sony Group Corporation, per violazione del Video Privacy Act.

2014 Incidente di Sony Pictures Entertainment

  • 2015 20 ottobre – Sony e i suoi dipendenti raggiungono un accordo transattivo di 8 milioni di dollari per indennizzare i dipendenti per il furto di identità, le spese per le misure preventive e le spese legali associate al cyberattacco.
  • 2014 dicembre 18 – Una terza class action è stata presentata dai dipendenti, che sostengono di essere stati lasciati all’oscuro di tutto.
  • 2014 dicembre 16 – Una seconda class action è stata presentata dai dipendenti contro Sony Pictures.
  • 2014 dicembre 15 – Una class action è stata intentata contro Sony pictures da un ex dipendente per la mancata salvaguardia dei suoi dati personali da parte dell’azienda.
  • 2014 novembre 27 – Vengono pubblicate le informazioni sugli stipendi di dirigenti e dipendenti di Sony.
  • 2014 24 novembre – Sullo schermo del computer di un dipendente è apparso il messaggio di avvertimento dell’hacker (“Guardians of Peace”), che afferma di aver ottenuto tutti i dati interni.

2011 Incidente Playstation

  • 2014 23 luglio – Sony ha raggiunto un accordo di 15 milioni di dollari.
  • 2012 31 gennaio – viene presentata un’ azione legale collettiva consolidata contro Sony.
  • 2011 2 maggio – Sony rilascia un comunicato stampa in cui annuncia che un hack criminale è responsabile dell’interruzione dei sistemi.
  • 2011 27 aprile – Viene presentata la prima class action contro Sony Computer Entertainment per la mancata tutela del diritto alla privacy degli utenti.
  • 20 aprile 2011 – I servizi Playstation e Qriocity vengono sospesi da Sony.
  • 19 aprile 2011 – Il team di rete di Sony Computer Entertainment rileva attività insolite e non autorizzate nella rete.
  • 17-19 aprile 2011 – Un gruppo di hacker attacca la rete Playstation.

Ci sarà un risarcimento?

È comune che le violazioni di dati su larga scala comportino un risarcimento per le persone colpite. L’importo esatto dell’indennizzo di Sony può variare in base a fattori quali l’ubicazione dell’utente e l’entità dei dati violati.

zero | Fuga di dati Sony

Nessuna vittoria, nessuna parcella. La nostra parcella viene detratta dal risarcimento che otterremo per te, quindi non avrai nulla da perdere. Prova ora ➡️

Sono stato coinvolto?

Se sei stato colpito, dovresti ricevere una lettera di notifica della violazione dei dati entro 72 ore dalla scoperta. Ma ci sono stati casi in cui queste notifiche non sono state inviate per proteggere l’immagine dell’azienda ed evitare di identificare gli utenti che potrebbero avere diritto a un risarcimento. Quindi, in caso di fuga di dati, è più intelligente compilare il modulo e aderire alla richiesta di risarcimento a prescindere.

Cosa fare

Se ritieni di essere stato colpito o stai solo esplorando le tue opzioni, puoi verificare in modo semplice e veloce la tua eleggibilità e l’importo del risarcimento con il nostro velocissimo  Servizio di controllo per la violazione dei dati. In meno di 2 minuti, saprai quanto denaro puoi ottenere e sarai in grado di richiedere il risarcimento. Provare per credere!

Procedimenti legali e accordi con Sony

Essendo un gigante della tecnologia in quasi tutti gli aspetti dell’intrattenimento digitale, Sony ha affrontato una serie di problemi legati ai dati, che l’hanno portata in un mare di guai a livello globale.

La prima azione legale sulla violazione dei dati di Sony nel 2011, che ha coinvolto gli utenti della Playstation, è stata incentrata sull’incapacità di Sony di fornire garanzie adeguate per proteggere le informazioni degli utenti, in particolare quelle finanziarie. Sony avrebbe violato gli standard dell’industria delle carte di pagamento, le leggi della California e il codice civile per la mancata protezione dei dati dei consumatori.

Il reclamo non è finito qui, perché Sony ha pagato una multa di 250.000 sterline in violazione del Data Protection Act del Regno Unito. La prima petizione ha inoltre denunciato la violazione del Song-Beverly Consumer Warranty Act, del Consumer Legal Remedies Act per violazione della garanzia espressa, del Codice Civile per negligenza e del Business & Professional Code della California per la condotta di Sony.

Nella violazione dei dati di Sony del 2014, i dipendenti hanno affermato che Sony ha violato la legge sulla riservatezza delle informazioni mediche della California, il codice civile della California e la legge sulla notifica delle violazioni dei dati della Virginia. Hanno inoltre affermato che Sony ha commesso una negligenza per non aver installato pratiche per la protezione delle loro informazioni, oltre alla violazione della privacy ai sensi della Costituzione della California.

Nell’incidente di Crunchyroll del 2023, Sony avrebbe violato il Video Privacy Protection Act (VPPA), che considera illegale per i siti di streaming video divulgare i dati dei propri utenti senza il loro consenso. Oltre ad altri risarcimenti equi, i denuncianti hanno chiesto 2.500 dollari per ogni membro della classe, come previsto dal VPPA in questa richiesta.

In tutte queste petizioni, i denuncianti hanno chiesto anche il risarcimento dei danni per la compromissione dei loro dati personali identificabili e le spese per la causa, oltre ad altri risarcimenti che il tribunale riterrà opportuni.

In mezzo a questi incidenti di violazione dei dati, Sony non è priva di soluzioni, anche se sta ricostruendo i sistemi compromessi. Si tratta di una dura battaglia legale: solo per la fuga di notizie di Sony del 2011 sono state intentate 65 class action.

Ma anche le grandi aziende sanno quanto possa essere lungo, noioso e costoso un processo completo. Sony ha negato di essere colpevole di tutti gli episodi di violazione dei dati e di presunte violazioni della privacy e, invece di affrontare un processo, ha scelto di accordarsi con gli utenti e i dipendenti coinvolti. Dopo una mediazione, il gigante tecnologico ha approvato gli accordi milionari per i diversi episodi e ha delineato i requisiti di ammissibilità per le parti interessate.

Come richiedere il risarcimento di Sony

Se vuoi un risarcimento per la violazione dei dati, devi unirti a una causa collettiva, nota anche come class action. Lavorerai con un partner per le controversie finanziarie che si occuperà di tutto. Esatto, siamo noi! Il tuo compito è solo quello di fare domanda e poi aspettare di ottenere i soldi.

Remunzo si occupa di tutto il duro lavoro: prepariamo la causa e portiamo le società in tribunale per te. Le aziende non vogliono pagare facilmente, ma Remunzo combatterà duramente per ottenere il tuo risarcimento. Quando ci si unisce a migliaia di altre persone in una causa come questa, è più probabile che la società paghi e che l’importo del risarcimento per persona, cioè quanto riceverai, sia più alto.

Remunzo ti terrà aggiornato sullo stato dell’accordo. Devi avere pazienza perché possono passare mesi prima che i pagamenti del risarcimento vengano effettuati e che tu venga pagato.

Verifica rapidamente la tua eleggibilità e l’importo del risarcimento con il nostro semplice Servizio di controllo per la violazione dei dati. In meno di 2 minuti saprai quanto denaro puoi ottenere e potrai richiedere un risarcimento. Prova!

attention | Fuga di dati Sony

Richiedi il tuo risarcimento per violazione dei dati! Compila il nostro semplice modulo in 2 minuti e scopri il tuo potenziale risarcimento.

Impatto della violazione dei dati di Sony sugli utenti

Il governo ha reagito pesantemente alle prime due gravi violazioni dei dati di Sony. Dopo l’incidente dell’interruzione della Playstation nel 2011, le autorità politiche hanno chiesto risposte e responsabilità per la grave perdita di dati. Sebbene siano state segnalate frodi con le carte di credito da parte degli utenti, Sony ha chiarito che tali segnalazioni non erano fondate.

Nella violazione del 2014, i funzionari della Casa Bianca hanno definito l’incidente un grave problema di sicurezza nazionale a causa del coinvolgimento della Corea del Nord. Il Federal Bureau of Investigation (FBI) ha avviato un’indagine e ha confermato che l’attacco proveniva dalla Corea del Nord, per la questione dell’uscita di The Interview, un film di satira politica. Secondo i dipendenti di Sony, nelle settimane successive all’attacco informatico del 2014 si respirava un’atmosfera di lutto sul posto di lavoro.

La risposta di Sony e le modifiche alla sicurezza dei dati

È innegabile che Sony abbia preso sul serio questi hacking, poiché non ha mai mancato di implementare misure adeguate per prevenire un altro incidente. Dopo l’attacco alla Playstation del 2011, Sony ha aggiunto nuovi software di monitoraggio per difendersi dagli attacchi e per rilevare intrusioni o altre attività non autorizzate, ha migliorato i livelli di crittografia e ha implementato nuovi firewall.

D’altra parte, dopo l’inizio dell’incidente di hacking del 2014, Sony ha convocato un’importante società di cybersicurezza chiamata FireEye. Una dozzina di investigatori ed esperti informatici sono stati chiamati per contribuire a ridurre le perdite e rintracciare gli hacker. L’hacking di Sony ha comportato non solo la perdita di dati riservati, ma anche la perdita di produttività sul posto di lavoro.

Implicazioni future e impatto sul settore

Un consulente della società di sicurezza ha definito l’hack del 2011 come “una delle più grandi perdite di dati” che ha colpito persone non solo negli Stati Uniti ma in tutto il mondo. Dopo il cyberattacco del 2011, alcune prove hanno evidenziato i sistemi obsoleti e superati di Sony, che l’azienda ha negato. Nell’attacco del 2014, gli hacker si sarebbero introdotti nella rete di Sony attraverso un malware.

Tuttavia, questi sfortunati eventi hanno posto l’accento sull’importanza della diligenza e della vigilanza delle aziende sui loro sistemi di sicurezza. Gli analisti della sicurezza hanno suggerito che un semplice esame dei registri di sicurezza della Playstation di Sony avrebbe potuto impedire l’attacco informatico. Gli analisti hanno anche definito questi eventi come un campanello d’allarme per le aziende che non devono essere lassiste nelle loro pratiche informatiche e nei loro sistemi di sicurezza obsoleti.

Altri casi famosi di violazione della privacy

Sony non è l’unica ad aver subito un furto di dati. Centinaia di altre aziende hanno subito o subiranno violazioni di dati. Per questo motivo, consigliamo vivamente di utilizzare il nostro Calcolatore dei risarcimenti. Questo strumento vi aiuterà a scoprire quante richieste di risarcimento avete diritto e quanto denaro potreste ottenere. E noi possiamo aiutarvi a ottenerlo facilmente.

Conclusione

Le tumultuose violazioni dei dati di Sony, smascherate come violazioni della privacy, sono storie ammonitrici del furto di dati in età precoce e moderna. La violazione dei dati della Playstation del 2011 ha scatenato il timore degli utenti che i dati delle loro carte di credito e di debito fossero stati compromessi. L’hacking di Sony Pictures Entertainment del 2014 ha preso di mira i dati interni come ritorsione per l’imminente uscita del film The Interview. Il recente caso Crunchyroll del 2023 è un caso a sé stante, in quanto Sony è stata accusata di aver venduto i dati degli utenti.
Queste importanti violazioni di Sony rivelano la mancanza di adeguate misure di privacy da parte dell’azienda che, purtroppo, si traduce in una violazione della privacy dei dati. Non solo hanno attirato l’attenzione di tutto il mondo, ma sono anche costati a Sony un bel po’ di soldi come risarcimento per i suoi utenti e dipendenti, per evitare una costosa serie di controversie finanziarie.

question | Fuga di dati Sony

Ti stai perdendo altri risarcimenti per la fuga di dati? Prova il nostro calcolatore di risarcimento e scoprilo subito!

Domande frequenti

Come minimizzare o prevenire l’impatto della violazione dei dati?

L’utilizzo di carte di pagamento virtuali con limiti di spesa e indirizzi e-mail unici per i diversi servizi può ridurre notevolmente il rischio di violazione dei dati. Le carte virtuali monouso proteggono i tuoi dati finanziari, mentre gli indirizzi e-mail personalizzati (come “yourname+service@gmail.com”) aiutano a identificare i servizi compromessi. Queste strategie aggiungono livelli di sicurezza, riducendo al minimo l’impatto delle violazioni sui vostri dati personali e finanziari.

Cosa fare dopo una violazione dei dati?

In caso di violazione dei dati, modifica immediatamente le password degli account interessati, rendendole forti e uniche. Attiva l’autenticazione a due fattori per una maggiore sicurezza. Controlla i tuoi estratti conto e i rapporti di credito per individuare eventuali attività insolite. Avvisa la tuabanca o il fornitore della carta di credito di potenziali frodi. Fai attenzione alle truffe di phishing dopo la violazione e prendi in considerazione il congelamento del credito. Infine, segnala l’incidente alle autorità competenti.

Che cos’è un avviso di violazione dei dati?

Un avviso di violazione dei dati è un avviso ufficiale di un’organizzazione alle persone i cui dati personali, comprese le password potenzialmente compromesse, potrebbero essere stati esposti in una violazione della sicurezza. Spesso questo avviso può seguire gli avvisi di servizi come Apple o Google che indicano “Questa password è apparsa in una fuga di dati“. L’avviso illustra la natura della violazione, i tipi di dati interessati, i rischi potenziali e le azioni correttive dell’organizzazione. L’avviso consiglia misure di protezione come la modifica delle password e il monitoraggio dei rapporti di credito per ridurre i danni.

Posso fare causa e come partecipare a un’azione legale collettiva?

Sì, puoi fare causa per una violazione dei dati. Con Remunzo, unirsi a una causa collettiva attiva è facile. Verifica la tuaidoneità sulla nostra piattaforma e, se il tuo caso è attivo, puoi unirti alla causa. Remunzo gestisce tutti i procedimenti legali e le trattative per un accordo. Questi processi possono richiedere del tempo, ma noi ti terremo aggiornato. Utilizza il nostro rapido controllo delle perdite di dati per verificare se hai i requisiti per aderire e richiedere un risarcimento.

Quando mi verrà pagato l’indennizzo per la violazione dei dati?

I tempi per ricevere il pagamento di una transazione per violazione di dati variano, e spesso richiedono diversi mesi dopo il raggiungimento dell’accordo. Fattori come la complessità del caso, il numero di ricorrenti e le procedure legali influiscono sulle tempistiche. Remunzo ti terrà informato sull’andamento della transazione, ma la pazienza è fondamentale perché questi processi possono essere lunghi.

Fonti

  1. Azioni TC. Crunchyroll, Sony Pictures video privacy $16M class action settlement – Top Class Actions [Internet]. Top Class Actions. 2023. Disponibile da: https://topclassactions.com/lawsuit-settlements/closed-settlements/crunchyroll-sony-pictures-video-privacy-16m-class-action-settlement/
  2. Hess A. “Tutto è stato completamente distrutto”: Com’era lavorare alla Sony dopo l’hacking [Internet]. Slate Magazine. 2015. Disponibile da: https://www.slate.com/articles/technology/users/2015/11/sony_employees_on_the_hack_one_year_later.html
  3. Osborne C. Sony patteggia per 15 milioni di dollari la causa per l’hacking del PSN. ZDNET [Internet]. 2014 Jul 24; Disponibile da: https://www.zdnet.com/article/sony-settles-psn-hack-lawsuit-for-15-million/
  4. Quinn B, Arthur C. Gli hacker di PlayStation Network hanno accesso ai dati di 77 milioni di utenti. The Guardian [Internet]. 2020 Apr 16; Disponibile da: https://www.theguardian.com/technology/2011/apr/26/playstation-network-hackers-data
  5. Reed C. Violazioni dei dati Sony: Cronologia completa fino al 2023 [Internet]. Firewall Times. 2023. Disponibile da: https://firewalltimes.com/sony-data-breach-timeline/
  6. Robb D. Sony Hack: Una linea temporale. Deadline [Internet]. 2019 Sep 6; Disponibile da: https://deadline.com/2014/12/sony-hack-timeline-any-pascal-the-interview-north-korea-1201325501/
  7. Shaak E. Sony condivide segretamente le informazioni degli utenti di Crunchyroll con Facebook. ClassAction.org. 2023. Disponibile da: https://www.classaction.org/news/sony-secretly-shares-crunchyroll-users-information-with-facebook-class-action-claims
  8. St James E, Lee TB. Gli hack del 2014 di Sony, spiegati. Vox [Internet]. 2015 Jun 3; Disponibile da: https://www.vox.com/2015/1/20/18089084/sony-hack-north-korea
  9. Takahashi D. Cronologia dell’attacco al PlayStation Network di Sony [Internet]. VentureBeat. [citato il 2024 gennaio 9]. Disponibile da: https://venturebeat.com/games/chronology-of-the-attack-on-sonys-playstation-network/
  10. Valens A. Qual è il problema della causa di Crunchyroll su Facebook? [Internet]. The Mary Sue. 2023. Disponibile da: https://www.themarysue.com/kroll-settlement-crunchyroll-crunchyroll-class-action-settlement-explained/
  11. Yin-Poole W. PSN: Sony delinea i regali di “Bentornato” [Internet]. Eurogamer.net. Disponibile da: https://www.eurogamer.net/psn-sony-outlines-welcome-back-gifts
  12. Beltran et al. contro Sony Pictures Entertainment, Inc. d/b/a Crunchyroll [Internet]. Disponibile da: https://www.crvppasettlement.com/

Condividi questo

newsletter | Fuga di dati Sony

Rimaniamo nel giro

    L'invio implica il consenso alla nostra politica sulla privacy
    | Fuga di dati Sony

    Autore

    Il nostro team conta più di 80 avvocati qualificati, provenienti da 8 paesi, e numerosi studi legali partner che si occupano delle tue richieste di risarcimento. Puoi fidarti di noi! Per una presentazione più dettagliata del nostro team, ti invitiamo a visitare la pagina dedicata. Stiamo lavorando per creare un mondo in cui portare le grandi aziende in tribunale sia semplice e a portata di pochi clic per tutti, a prescindere dal denaro, dalle competenze o dal background. Il nostro obiettivo è costruire un futuro in cui sia facile per tutti difendere i propri diritti e ottenere giustizia.