I clienti ci amano

  • uuid 74e1a1a5 6f40 4028 a6a6 852a295ec504 | Fuga di dati Instagram
    Migliaia di clienti si fidano di noi
  • uuid 0e2bb2d2 15e1 4782 aac7 89df887ba2c3 | Fuga di dati Instagram
    Nessuna commissione anticipata
  • uuid 53eb1ec5 b283 4f79 98a2 fb5815c90cd3 | Fuga di dati Instagram
    ≈ Tasso di successo dell'85%
  • uuid 84ea24a3 acf6 4503 9ece 393ddb536ba0 | Fuga di dati Instagram
    Siamo internazionali

Introduzione

Immagina un mondo in cui le tue informazioni private sono a portata di clic per chiunque sia abbastanza curioso da cercarle. Questo incubo è diventato realtà per gli utenti di Instagram nel settembre 2022. Una significativa violazione dei dati ha esposto le informazioni personali di numerosi utenti, compresi i bambini, sulla piattaforma. La violazione non solo ha violato le norme del GDPR, ma ha anche sollevato serie preoccupazioni sulla privacy e sulla protezione dei bambini. Le conseguenze? Una multa salata di 405 milioni di euro per Meta, la società madre di Instagram. Ma cosa significa questo per voi, utenti? Approfondiamo i dettagli.

Spiegazione della violazione dei dati di Instagram

Cosa è successo?

Nel settembre del 2022, Instagram, di proprietà di Meta, ha subito un’importante violazione dei dati che ha portato a una multa di 405 milioni di euro da parte del Commissario per la protezione dei dati irlandese per violazione delle norme GDPR. La violazione ha interessato un numero considerevole di utenti, esponendo le informazioni personali dei bambini sulla piattaforma. I dati compromessi includevano numeri di telefono e indirizzi e-mail di minori, sollevando serie preoccupazioni sulla privacy e sulla protezione dei bambini.

La violazione ha avuto un impatto diffuso, interessando un numero considerevole di account Instagram. Le informazioni esposte, costituite principalmente dai dati di contatto dei minori, hanno rappresentato un rischio significativo per le persone colpite, portando potenzialmente a violazioni della privacy e a uno sfruttamento mirato.

La scoperta della violazione ha spinto il commissario irlandese per la protezione dei dati ad agire contro Meta, imponendo una multa sostanziale come conseguenza delle violazioni del GDPR. La durata dell’esposizione e la tempistica specifica che ha portato alla scoperta della violazione non sono state esplicitamente dettagliate nelle informazioni fornite. Tuttavia, l’incidente sottolinea l’importanza cruciale di solide misure di sicurezza per salvaguardare i dati degli utenti, soprattutto nelle piattaforme ampiamente utilizzate da bambini e adolescenti.

Timeline

  • 2022 (settembre): Instagram multato per 405 milioni di euro per aver esposto i dati di bambini. Il commissario irlandese per la protezione dei dati ha multato Meta per violazioni del GDPR, in particolare per aver esposto i numeri di telefono e gli indirizzi e-mail dei bambini su Instagram.
  • 2021 (gennaio): La fuga di dati di SocialArks colpisce 214 milioni di account. Un database mal configurato di SocialArks espone 318 milioni di record da varie piattaforme di social media, tra cui Instagram, rivelando numeri di telefono e indirizzi e-mail tra gli altri dati.
  • 2020 (agosto): 235 milioni di profili di social media trapelano. Un database non protetto rivela 235 milioni di profili di Instagram, TikTok e YouTube, tra cui nomi, età e informazioni di contatto, collegati alle attività di data scraping dell’ormai defunta Deep Social.
  • 2019 (maggio): Il database di Chtrbox espone fino a 49 milioni di record. Il server AWS di Chtrbox, impropriamente protetto, fa trapelare le informazioni di contatto personali e i valori stimati degli account di fino a 49 milioni di influencer, sebbene Chtrbox contesti questo numero.
  • 2019 (marzo): Esposti milioni di password Instagram non criptate. Facebook rivela l’archiviazione accidentale di milioni di password non criptate degli utenti di Instagram, accessibili all’interno dell’azienda per anni.
  • 2017 (agosto): Un bug compromette le informazioni di contatto di 6 milioni di utenti. Un bug dell’API per sviluppatori consente agli hacker di recuperare i numeri di telefono e le e-mail di 6 milioni di utenti di Instagram, creando un database consultabile venduto per Bitcoin.
  • 2015 (novembre): L’app InstaAgent ruba le password di Instagram. Il client Instagram di terze parti, InstaAgent, viene sorpreso a rubare nomi utente e password, inducendo Instagram a rendere più severo l’accesso alle API per le app di terze parti.

Ci sarà un risarcimento?

È comune che le violazioni di dati su larga scala comportino un risarcimento per le persone colpite. L’importo esatto dell’indennizzo Instagram può variare in base a fattori quali l’ubicazione dell’utente e l’entità della violazione dei dati.

zero | Fuga di dati Instagram

Nessuna vittoria, nessuna parcella. La nostra parcella viene detratta dal risarcimento che otterremo per te, quindi non avrai nulla da perdere. Prova ora ➡️

Sono stato coinvolto?

Se sei stato colpito, dovresti ricevere una lettera di notifica della violazione dei dati entro 72 ore dalla scoperta. Ma ci sono stati casi in cui queste notifiche non sono state inviate per proteggere l’immagine dell’azienda ed evitare di identificare gli utenti che potrebbero avere diritto a un risarcimento. Quindi, in caso di fuga di dati, è più intelligente compilare il modulo e aderire alla richiesta di risarcimento a prescindere.

Cosa fare

Se ritieni di essere stato colpito o stai solo esplorando le tue opzioni, puoi verificare in modo semplice e veloce la tua eleggibilità e l’importo del risarcimento con il nostro velocissimo  Servizio di controllo per la violazione dei dati. In meno di 2 minuti, saprai quanto denaro puoi ottenere e sarai in grado di richiedere il risarcimento. Provare per credere!

Procedimenti legali e accordo con Instagram

le cause legali sulla fuga di informazioni di Instagram hanno riguardato problemi di sicurezza dei dati. Il commissario irlandese per la protezione dei dati ha imposto una sanzione di 405 milioni di euro per la violazione del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’UE.

Instagram e le organizzazioni di regolamentazione hanno negoziato accordi per la violazione dei dati a livello internazionale. L’hacking di Instagram ha compromesso i dati degli utenti, suscitando una maggiore preoccupazione per la privacy e la sicurezza online. Gli accordi hanno affrontato le infrazioni e migliorato la sicurezza dei dati. Le discussioni e gli approcci al crimine potrebbero non essere pubblici, ma Instagram avrebbe fatto grandi sforzi per riparare la violazione, proteggere i dati degli utenti e rispettare le leggi sulla privacy a livello globale.

Come richiedere un risarcimento a Instagram

Se vuoi un risarcimento per la violazione dei dati, devi unirti a una causa collettiva, nota anche come class action. Lavorerai con un partner per le controversie finanziarie che si occuperà di tutto. Esatto, siamo noi! Il tuo compito è solo quello di fare domanda e poi aspettare di ottenere i soldi.

Remunzo si occupa di tutto il duro lavoro: prepariamo la causa e portiamo le società in tribunale per te. Le aziende non vogliono pagare facilmente, ma Remunzo combatterà duramente per ottenere il tuo risarcimento. Quando ci si unisce a migliaia di altre persone in una causa come questa, è più probabile che la società paghi e che l’importo del risarcimento per persona, cioè quanto riceverai, sia più alto.

Remunzo ti terrà aggiornato sullo stato dell’accordo. Devi avere pazienza perché possono passare mesi prima che i pagamenti del risarcimento vengano effettuati e che tu venga pagato.

Verifica rapidamente la tua eleggibilità e l’importo del risarcimento con il nostro semplice Servizio di controllo per la violazione dei dati. In meno di 2 minuti saprai quanto denaro puoi ottenere e potrai richiedere un risarcimento. Prova!

attention | Fuga di dati Instagram

Richiedi il tuo risarcimento per violazione dei dati! Compila il nostro semplice modulo in 2 minuti e scopri il tuo potenziale risarcimento.

Impatto di Instagram sugli utenti

La violazione dei dati di Instagram ha avuto un impatto significativo sugli utenti, in particolare sugli adolescenti tra i 13 e i 17 anni, esponendoli a potenziali pericoli come gli attacchi di phishing. I dati compromessi, compresi gli indirizzi e-mail, rappresentano una grave minaccia per la privacy e la sicurezza degli utenti. Questa violazione ha sollevato preoccupazioni sulla vulnerabilità delle informazioni personali sulle piattaforme dei social media, evidenziando la necessità di rafforzare le misure di sicurezza informatica e di aumentare la consapevolezza degli utenti per mitigare i rischi associati a tali incidenti. Gli utenti, soprattutto quelli più giovani, devono rimanere vigili e prendere le precauzioni necessarie per salvaguardare la loro presenza online.

La risposta di Instagram e le modifiche alla sicurezza dei dati

In risposta alla multa inflitta dal commissario irlandese per la protezione dei dati, Meta, proprietaria di Instagram, ha espresso l’intenzione di ricorrere in appello contro la decisione. Un funzionario di Meta ha sottolineato che l’indagine riguardava principalmente impostazioni obsolete che erano state aggiornate più di un anno prima della multa. L’azienda ha ribadito il proprio impegno per la sicurezza degli utenti, in particolare degli adolescenti, affermando di aver introdotto numerose nuove funzionalità volte a migliorare la privacy e la sicurezza sulla piattaforma.

Il funzionario ha inoltre comunicato il disaccordo di Meta con il calcolo della multa, precisando che l’azienda ha collaborato pienamente con il Commissario per la protezione dei dati durante l’indagine. Pur riconoscendo la necessità di una conformità normativa e di miglioramenti nella protezione dei dati, Meta intende contestare la decisione attraverso il processo di appello. Le dichiarazioni sottolineano la posizione di Meta in merito ai suoi sforzi per affrontare e correggere i problemi legati alla privacy dei dati degli utenti su Instagram.

Implicazioni future e impatto sul settore

La violazione dei dati avvenuta su Instagram e il successivo accordo riflettono un momento significativo che ha ripercussioni non solo su Instagram, ma anche sull’intero settore tecnologico. Il verificarsi di questo evento evidenzia la crescente attenzione sul modo in cui le aziende tecnologiche gestiscono le informazioni personali, che a sua volta influenza i campi normativi in espansione in tutto il mondo. È possibile che le attività di Instagram vengano sottoposte a maggiori controlli e ispezioni, il che richiederebbe un approccio più completo alla protezione dei dati.

L’accordo non solo impone risultati finanziari immediati, ma richiede anche l’applicazione di misure rigorose da parte di Instagram, che senza dubbio modificheranno in modo sostanziale i metodi commerciali dell’azienda.

Altri casi famosi di violazione della privacy

Instagram non è l’unica ad aver subito un furto di dati. Centinaia di altre aziende hanno subito o subiranno violazioni di dati. Per questo motivo, consigliamo vivamente di utilizzare il nostro Calcolatore di risarcimento. Questo strumento ti aiuterà a scoprire quante richieste di risarcimento avete diritto e quanto denaro potresti ottenere. E noi possiamo aiutarvi a ottenerlo facilmente.

Conclusione

In conclusione, la violazione dei dati di Instagram del 2022, che ha comportato una multa salata e azioni legali, ha messo in luce notevoli preoccupazioni in merito alla privacy degli utenti e alla protezione dei minori. La violazione ha esposto le informazioni personali dei minori, inducendo sanzioni normative e accordi per risolvere i problemi di sicurezza dei dati. Nonostante la risposta di Instagram e gli sforzi dichiarati per migliorare la sicurezza, l’incidente sottolinea la continua necessità di misure solide per salvaguardare i dati degli utenti, soprattutto sulle piattaforme frequentate da giovani. Questo evento serve a ricordare l’importanza cruciale di aderire alle normative sulla privacy e di implementare misure di sicurezza efficaci nell’era digitale.

question | Fuga di dati Instagram

Ti stai perdendo altri risarcimenti per la fuga di dati? Prova il nostro calcolatore di risarcimento e scoprilo subito!

Domande frequenti

Come minimizzare o prevenire l’impatto della violazione dei dati?

L’utilizzo di carte di pagamento virtuali con limiti di spesa e indirizzi e-mail unici per i diversi servizi può ridurre notevolmente il rischio di violazione dei dati. Le carte virtuali monouso proteggono i tuoi dati finanziari, mentre gli indirizzi e-mail personalizzati (come “yourname+service@gmail.com”) aiutano a identificare i servizi compromessi. Queste strategie aggiungono livelli di sicurezza, riducendo al minimo l’impatto delle violazioni sui vostri dati personali e finanziari.

Cosa fare dopo una violazione dei dati?

In caso di violazione dei dati, modifica immediatamente le password degli account interessati, rendendole forti e uniche. Attiva l’autenticazione a due fattori per una maggiore sicurezza. Controlla i tuoi estratti conto e i rapporti di credito per individuare eventuali attività insolite. Avvisa la tuabanca o il fornitore della carta di credito di potenziali frodi. Fai attenzione alle truffe di phishing dopo la violazione e prendi in considerazione il congelamento del credito. Infine, segnala l’incidente alle autorità competenti.

Che cos’è un avviso di violazione dei dati?

Un avviso di violazione dei dati è un avviso ufficiale di un’organizzazione alle persone i cui dati personali, comprese le password potenzialmente compromesse, potrebbero essere stati esposti in una violazione della sicurezza. Spesso questo avviso può seguire gli avvisi di servizi come Apple o Google che indicano “Questa password è apparsa in una fuga di dati“. L’avviso illustra la natura della violazione, i tipi di dati interessati, i rischi potenziali e le azioni correttive dell’organizzazione. L’avviso consiglia misure di protezione come la modifica delle password e il monitoraggio dei rapporti di credito per ridurre i danni.

Posso fare causa e come partecipare a un’azione legale collettiva?

Sì, puoi fare causa per una violazione dei dati. Con Remunzo, unirsi a una causa collettiva attiva è facile. Verifica la tuaidoneità sulla nostra piattaforma e, se il tuo caso è attivo, puoi unirti alla causa. Remunzo gestisce tutti i procedimenti legali e le trattative per un accordo. Questi processi possono richiedere del tempo, ma noi ti terremo aggiornato. Utilizza il nostro rapido controllo delle perdite di dati per verificare se hai i requisiti per aderire e richiedere un risarcimento.

Quando mi verrà pagato l’indennizzo per la violazione dei dati?

I tempi per ricevere il pagamento di una transazione per violazione di dati variano, e spesso richiedono diversi mesi dopo il raggiungimento dell’accordo. Fattori come la complessità del caso, il numero di ricorrenti e le procedure legali influiscono sulle tempistiche. Remunzo ti terrà informato sull’andamento della transazione, ma la pazienza è fondamentale perché questi processi possono essere lunghi.

Fonti

  1. The Hindu Business Line. (2024, gennaio). Instagram (Meta) colpito con 405 milioni di dollari per la violazione dei dati dei bambini. Disponibile presso: https://www.thehindubusinessline.com/info-tech/social-media/instagram-meta-hit-with-405-million-over-childrens-data-breach/article65856700.ece
  2. Simmons & Simmons. (2024, gennaio). Instagram viene multato per 405 milioni di dollari per la cattiva gestione dei dati degli utenti bambini. Disponibile da: https: //www.simmons-simmons.com/en/publications/cl7rde00i5agg0a38b9usaub4/instagram-is-fined-405m-for-mishandling-children-s-user-data
  3. Meta, proprietario di Instagram, è stato multato per 405 milioni di dollari per la gestione dei dati degli adolescenti. The Guardian. 2022 Sep 5 [citato 2024 Gen 12]. Disponibile da: https: //www.theguardian.com/technology/2022/sep/05/instagram-owner-meta-fined-405m-over-handling-of-teens-data
  4. Meta, proprietario di Instagram, multato per 455 milioni di euro dal DPC irlandese per il trattamento dei dati dei bambini [Internet]. TechCrunch. 2022 Sep 5 [citato 2024 Gen 12]. Disponibile da: https://techcrunch.com/2022/09/05/instagram-gdpr-fine-childrens-privacy/
  5. Violazione dei dati di Instagram, 2 settembre 2022 [Internet]. Ziroh Social. 2022 Sep 21 [citato 2024 Gen 12]. Disponibile da: https://ziroh.social/2022/09/21/instagram-data-breach-2nd-sep-2022/

Condividi questo

newsletter | Fuga di dati Instagram

Rimaniamo nel giro

    L'invio implica il consenso alla nostra politica sulla privacy
    | Fuga di dati Instagram

    Autore

    Il nostro team conta più di 80 avvocati qualificati, provenienti da 8 paesi, e numerosi studi legali partner che si occupano delle tue richieste di risarcimento. Puoi fidarti di noi! Per una presentazione più dettagliata del nostro team, ti invitiamo a visitare la pagina dedicata. Stiamo lavorando per creare un mondo in cui portare le grandi aziende in tribunale sia semplice e a portata di pochi clic per tutti, a prescindere dal denaro, dalle competenze o dal background. Il nostro obiettivo è costruire un futuro in cui sia facile per tutti difendere i propri diritti e ottenere giustizia.